Crea sito

Gli ‘UFO Hunters’: C’è un’astronave precipitata su Marte

I cacciatori di alieni dichiarano che in una foto satellitare del Pianeta Rosso sarebbe visibile un UFO precipitato.

E’ davvero eccezionale l’interesse che Marte suscita, non solo tra gli scienziati, ma anche tra le persone comuni. Solo pochi giorni fa la notizia che nel 2007 la NASA non si sarebbe accorta di formazioni sul Pianeta Rosso formate con alta probabilità da microrganismi, ha fatto il giro del web. Coloro che si definiscono “cacciatori di alieni” e teorici della cospirazione credono che le agenzie spaziali, prima tra tutte la NASA, sappiano molto di più di quanto raccontano per tenere nascosta la verità al grande pubblico. Per questo motivo molti sono i curiosi che si dilettano a spulciare le foto satellitari provenienti da Marte. Sul canale del youtuber UfoOvni2012, è stato pubblicato un video in cui in una foto della NASA, sarebbe visibile un disco volante precipitato sul pianeta.

Le ipotesi del presunto UFO

Tra i commenti del video si ipotizza che possa trattarsi della formazione Medusa Fossae, una grande unità geologica di origine incerta. Stando alle dichiarazioni dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea), potrebbe trattarsi di una formazione di origine vulcanica. “Se diamo uno sguardo al luogo dell’incidente si vede che l’#ufo, largo circa 190 metri, ha impattato la superficie ad un angolo basso finendo mezzo sepolto nel suolo marziano”, spiega l’utente UfoOvni2012. Anche Scott Waring, autore del blog di avvistamenti UFO Sightings Daily, è d’accordo con questa teoria. Non tutti però la pensano allo stesso modo. Tra i commenti del video, molti sono gli utenti che non credono affatto si tratti di un’astronave aliena. “Potrebbe essere un maledetto asteroide che si è schiantato”, commenta un youtuber. Nigel Watson, autore di UFO Manual Investigation, ritiene che è molto più probabile che si tratti di una struttura geologica naturale e che non sia il caso di tirare in ballo gli alieni.

Tutti questi misteri potranno essere una volta per tutte rivelati quando finalmente l’uomo riuscirà a camminare sul Pianeta Rosso e vedere da vicino queste misteriose strutture senza il rischio della pareidolia.

VIDEO

[http://it.blastingnews.com]

2,470 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.