GARFENE PUO’ CAMBIARE LA FUNZIONE NEURALE.

DARPA: “Possiamo modulare la funzione neurale. Col grafene”

THE DAY AFTER : Nanochip: pilotarvi il cervello con una semplice iniezione

Un lettore ha scoperto, e mi gira, una informazione preziosissima che ha una diretta relazione col “vaccino Pfizer” e i micro-oggetti artificiali contenuti in esso..

“Signor, Blondet, ricordando un suo pezzo di qualche mese fa dal titolo:” … E il Pentagono ordinò a Pfizer il mRNA” e alla luce anche di quello che i ricercatori spagnoli della Quinta Columna hanno scoperto analizzando una fiala Pfizer, ho voluto visitare il sito del DARPA e ho trovato:

DARPA and the Brain Initiative

Programma ElectRx: mira ad aiutare il corpo umano a guarire sé stesso attraverso la neuromodulazione delle funzioni degli organi utilizzando dispositivi ultraminiaturizzati che potrebbero essere somministrati attraverso un’iniezione minimamente invasiva.

“ELECTRX ha il coraggio di immaginare terapie rivoluzionarie per l’autoguarigione”

……Il programma mira a creare dispositivi ultraminiaturizzati che richiederebbero solo procedure di inserimento minimamente invasive come la somministrazione iniettabile attraverso un ago.

PROGRAMMA (RE-NET)

I sensori di grafene della larghezza dell’atomo potrebbero fornire informazioni senza precedenti sulla struttura e la funzione del cervello.

La nuova tecnologia finanziata dal programma RE-NET del DARPA consente il monitoraggio e la stimolazione dei neuroni utilizzando contemporaneamente metodi ottici ed elettronici.

…….Il nuovo dispositivo utilizza il grafene, una forma di carbonio scoperta di recente..

I sensori di grafene sono elettricamente conduttivi ma spessi solo 4 atomi, meno di 1 nanometro.

……Questa tecnologia fornisce la capacità di modulare la funzione neurale, applicando impulsi programmati di elettricità o luce per attivare temporaneamente i neuroni.

Storicamente, i ricercatori si sono limitati a studi correlazionali che suggeriscono, ma non dimostrano, collegamenti causali tra attività neurale e comportamento. Ora abbiamo l’opportunità di vedere, misurare, e stimolare direttamente i circuiti neurali per esplorare queste relazioni.

DARPA  – Defense Advanced Research Projects Agency – è l’agenzia federale del Pentagono sulla ricerca e sviluuppo scientifico di nuove armi.Il suo scopo non è certo di “aiutare i corpi umani a guarire se stessi”, ma a ucciderli distruggerli.

Prione

In biologia, agente patogeno di natura proteica e con elevata capacità moltiplicativa, responsabile delle encefalopatie spongiformi trasmissibili (EST), malattie neurodegenerative che hanno esito fatale nell’uomo (malattia di Creutzfeldt-Jakob, sindrome di Gerstmann-Sträuss; insonnia fatale sporadica o familiare) e negli animali (scrapie della pecora e capra, encefalopatia spongiforme bovina o BSE (“mucca pazza”);  encefalopatia). Il termine – che deriva dall’inglese prion, acronimo di proteinaceus infectious only particle – è stato coniato per sottolineare l’ipotesi che l’agente infettivo sia composto soltanto da proteine, senza la presenza di acidi nucleici.

Il p. è un agente infettivo con caratteristiche non convenzionali: ha dimensioni più piccole dei virus ed è incredibilmente resistente alle procedure impiegate per rimuovere o inattivare virus, batteri, funghi o altri microrganismi noti.

  13 Gennaio 2022

https://www.maurizioblondet.it/darpa-possiamo-modulare-la-funzione-neurale-col-grafene/

1,012 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.