Crea sito

ANCORA UFO SUL LARIO

 

 

UFO sul LARIO

dario.giacoletto@vodafone.it

STORIA UFOLOGICA

In quel di COMO, sulla facciata del Duomo, è possibile ammirare la sottostante statua di Plinio il Vecchio, che qui vide la luce e, dal quale partì per i viaggi della ricerca storica e clipeologica. Grazie a quest’uomo, autore della monumentale enciclopedia “Naturalis historia”, oggi possiamo beneficiare del suo lavoro.

Nel secondo libro, riferisce episodi relativi a quella pseudoscienza chiamata oggi ufologia. Nel paragrafo 33 riporta di «soli notturni» sotto il consolato di Gaio Cecilio e Gneo Papirio («Di notte pareva che splendesse il giorno») e nel seguente, il 34, parla di «uno scudo ardente che passò scintillando da Ovest a Est, al tramonto, sotto il consolato di Lucio Valerio e Gaio Mario» cioè nel 100 avanti Cristo. Questo bastò per inserire Plinio tra i padri nobili della clipeologia, antesignana dell’ufologia; a quest’uomo un riverente inchino.

La sottostante straordinaria foto del sole notturno, scattata da Primolo in Valmalenco, ripropone le misteriose luci della clipeologia, ma anche dell’ufologia attuale. Un grazie particolare all’autore della serie fotografica.

1

TORNIAMO A NOI

Con il precedente articolo: https://presenze-aliene.blogspot.com/2021/01/ufo-sul-lago-di-como-dario.html ci eravamo lasciati con la promessa che si sarebbe tornati sulla vicenda relativa la serata del 30/12/2020. Nel corso di quella serata, il signor Michele di Valmadrera fu testimone di una esibizione in piena regola. Due luminosità insistentemente volteggiarono in cielo nella zona tra Valmadrera e Oggiono.

Michele, forte dell’esperienza acquisita mediante il filmato presentato nel precedente articolo, immediatamente riprende i due oggetti luminosi, come da sottostante estrapolazione. I video sono due ed in essi una costante è presente; ovvero due oggetti volanti e luminosi hanno insistentemente battuto la zona. I video non sono male e meriterebbero un più ampio approfondimento; ma ho nel frattempo ricevuto numerose altre segnalazioni.  Alcune riferiscono circa la stessa scena ripresa da Michele, vista però da altrove; altre riferiscono in merito ad avvistamenti avvenuti in precedenza.

2

In particolare sono pervenute testimonianze avvenute nella zona tra Ardenno, Bellano, Lecco. Il fenomeno delle manifestazioni ufologiche non ha però un inizio recente, va indietro negli anni e, non è dato sapere quanti. Ad esempio, una signora così ha commentato: Sono stata residente diversi anni fa, per otto anni circa, dalle parti di Colico. Da quando ci sono arrivata a quando sono andata via, ho molte volte visto luci simili a quelle del video (si riferiva a quelle di Michele del primo video), aggirarsi sul lago e, alcune volte le ho viste pure immergersi e uscire.

Non ci sono prove comprovanti a sostegno, quindi l’affermazione lascia il tempo che trova; poi però torna in mente il fatto che in passato avevo ricevuto segnalazioni dai pressi del lago di Garda e, anche lì vi erano testimoni i quali affermavano che le luci entravano e uscivano dal lago. Per pura curiosità folkloristica, vi sarebbero pure tracce tra le favole popolari del Lario, del così detto “Lariosauro”. http://soprannaturale.it/?p=9814

Strano mostruoso essere con occhi luminosi, in grado di volare e immergersi nelle fredde e profonde acque del Lario. Se però il termine Lariosauro lo si accosta ad avvenuti riscontri di natura fossile, allora pare che fosse un rettile acquatico appartenente alla famiglia dei NotosauriMettiamo però ora da parte la questione relativa ai fossili e alle luci in immersione/emersione e torniamo alle luci riprese da Michele.

Persona che al momento non intende esporsi pubblicamente, appena letto l’articolo mi contatta e invia un video col quale afferma: La sera del 30/12/2020, nel corso di tutta la serata sino alle 11.30’, perché poi ho lasciato, dalla zona Sacco/Valgerola ho visto luci girare sopra la zona del lago.

3

Dal video, la soprastante estrapolazione, dove è evidente una luminosità similare a quelle riprese da Michele. Andando avanti nel video, ad un certo punto si nota che entra nella scena di ripresa una seconda luminosità, quindi una terza, come da estrapolazione sottostante. Ora quindi possiamo affermare che mentre Michele riprendeva due luminosità sopra Valmadrera, dalla Valgerola ne riprendevano tre nella stessa direzione. Nulla prova che si tratta delle stesse di Michele, ma nel caso che non lo siano, si dimostra che erano numerosi gli oggetti volanti luminosi in zona.

4

Come ampiamente dimostrato in precedenti articoli, queste presenze luminose si possono riscontrare come singole in alcuni casi, ma in formazioni strette oppure sparse in altre e, non terminano di esistere se annullano la loro luminosità. La sottostante fotografia scattata da Lecco ci fa vedere come si diletta tale Gabriella M. nel riprenderle. Complimenti a lei per la sua straordinaria serie fotografica, posta a disposizione.

5

PRECEDENTE DALLA VALGEROLA

In passato, eravamo nel 2013, tale Giovanni G. aveva inviato una segnalazione corredata di cinque fotografie. Di queste, tre foto scattate in rapida sequenza, riprendevano due oggetti ovoidali simili a nuvole sfrecciare sopra la Valtellina. La notizia fu allora riportata qui: https://presenze-aliene.blogspot.com/2015/09/ufo-dalla-val-gerola.html Nulla di particolarmente eccezionale per una Valtellina abituata a queste presenze; sta però di fatto che l’avvistamento ed i tre scatti in questione, si palesano come intenzionali, mirati e ben riusciti, se si considera l’improvvisa accelerazione avvenuta tra il secondo e il terzo scatto sottostante.

6

IL CASO Michela Scali

Angela, lettrice del presente blog scrive: Abito nella zona di Como, mi interessano le vicende ufologiche della zona e non solamente queste. Ho letto con piacere la vicenda di Cristian Ceredon avvenuta a Lurate Caccivio. Faccio presente che a Lurate Caccivio già in passato era avvenuto un interessante caso, poi riportato qui: https://xidt.wordpress.com/2017/05/12/due-ufo-spettacolari-fotografati-su-lucrate-caccivio-co/  del quale esiste una straordinaria fotografia.  Cosa ne pensa lei della foto e della vicenda?

7

L’autrice della foto afferma che lei non ha visto alcun ufo, ha scattato la foto al panorama e, si è ritrovata le due presenze:

 “Stavo fotografando il cielo, ero in un locale dove non vi erano luci accese tali da generare riflessi. Mi sono sporta x fare le foto dalla finestra….. nel cielo non c’era nulla tutto azzurro a parte il tramonto che si vede in foto. La zona è dalla via repubblica ( Lurate Caccivio ) …avevo fatto quella foto perchè c’era il contorno delle montagne che erano uno spettaco da guardare…cosi stavo fotografando in consegutivo x vedere se mi riuscivano…..ma con il cell. non si vedevano bene in quanto troppo lontane. Nel riguardare le foto, ho riscontrato che c’erano quelle due cose….Ringraziamo Michela della segnalazione.” Xidt alieni ufo e misteri

Risposta: Ovviamente non posso offrire in assoluto, garanzie circa la genuinità del caso oppure della foto; certamente però posso affermare che si presenta con un notevole indice di genuinità. Intanto vi è da dire che nelle fotografie a carattere ufologico, avviene di frequente che si riscontrino delle presenze che nella normalità delle cose non ci dovrebbero essere, in quanto non visibili.

Questi oggetti volanti possono viaggiare a velocità non acquisibili dall’occhio umano, oppure non acquisibili in quanto a frequenze in gioco; oppure l’occhio in quel frangente può non essere attento; ma la fotocamera è attenta e spazia su una banda maggiore di frequenze. Nel caso della foto in questione non si tratta di velocità. Gli oggetti sono in movimento, ma non rapido e, lo dimostra la minima deformazione. Questi sono due velivoli tondi se visti da sopra e, ovali se visti di fianco. Pertanto si tratta di una tipologia riscontrata frequentemente su tutto il pianeta e, più volte vista e fotografata nella vicina Valtellina.

8

La soprastante foto ci fa vedere il velivolo mentre scende verso sinistra, esattamente come il secondo velivolo della foto di Lurate Caccivio. La similitudine è notevole e, chissà che non sia lo stesso.

Questi velivoli dispongono del sistema di occultamento, pertanto possono essere totalmente invisibili, oppure essere visibili parzialmente. Nel caso di Lurate i due velivoli sono quasi totalmente de/schermati, mentre quello della foto 8 lo è maggiormente. In entrambi i casi sono fotografabili, ma in modo limitato.

CURIOSITA’ A LATERE

Il nostro mondo è veramente strano ed imprevedibile. Quando meno te lo aspetti, ecco quanto non ci si aspetterebbe mai. Scrive una lettrice residente in Lecco: Cosa può dire lei in merito alla vicenda dei cartelli con propaganda ufologica apparsi in tutta Lecco a settembre 2019? Grazie.

Non conoscevo la vicenda, vado in rete e immediatamente trovo conferma alla vicenda. Potete vedere qui: https://primalecco.it/cronaca/ufo-tra-noi-a-lecco-appaiono-cartelli-abusivi/

Qualche burlone potrebbe aver pensato di fare una cosa comica, ma comica non è. Potrebbe aver pensato di propagandare l’ufologia, ma iniziative del genere non propagandano un bel nulla. Potrebbero essere stati i tre personaggi menzionati nei carteli abusivi, a volersi fare pubblicità; ma non penso che che questa iniziativa giovi a loro, pertanto è fortemente improbabile che loro siano i responsabili. L’Agenzia Spaziale Italiana ha chiaramente preso le distanze; come pure i tre citati personaggi dell’ufologia.

9

Non è facile comprendere a quale pro una iniziativa del genere. Si potrebbe ipotizzare che qualcuno ha inteso ironizzare in merito all’ufologia, oppure ai tre personaggi assai noti in questo ambito; ma non si scorge alcun vantaggio per gli autori. Eppure tutti questi cartelli hanno comunque avuto un costo, quantomeno in termini di lavoro e di rischio se fossero stati individuati gli autori; ma si sa, l’ufologia è un mistero e la mente umana, ancora di più! Nel caso invece gli autori avessero qualcosa di interessante da precisare, come si dice a Striscia la notizia: Noi siamo qui.

https://presenze-aliene.blogspot.com/

1,875 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.